Progetto per il contrasto del divario digitale nell'accesso alle opportunità educative e formative



Si cercano operatori commerciali disponibili ad aderire all'iniziativa

Il Comune di Sarsina sempre più digitalizzato



da oggi i cittadini possono richiedere e ottenere in tempo reale un certificato anagrafico
Indietro

Covid19 - Aggiornamenti dall'Amministrazione Comunale

AGGIORNAMENTO DEL 15 GIUGNO

Buona domenica,
In merito al numero di casi mi fa piacere confermare che, ad oggi, non abbiamo più casi di positività nel nostro comune e a livello provinciale i nuovi contagi sono vicini allo 0.

In merito all’isola pedonale, dopo aver osservato le prime settimane di applicazione dei nuovi orari l’Amministrazione ha deciso di portare l’orario di Piazza Plauto alle 19:00, mentre rimane alle 18:00 l’orario di Via Cesio Sabino. Lo abbiamo fatto, dopo aver ascoltato le varie parti, per cercare di contemperare il più possibile le esigenze di tutti.

Come già scritto mi preme ricordare che relativamente alla scadenza ACCONTO IMU del 16 giugno, chi si trovasse in situazioni di difficoltà economica potrà provvedere al pagamento del tributo entro il 30 settembre senza vedersi applicate sanzioni ed interessi. Per poter beneficiare di tale dilazione è necessario autocertificare il proprio stato inviando un modulo (lo trovate nel sito web) all’ufficio tributi entro ottobre 2020.

Infine vi aggiorno circa l’ultimo DPCM adottato dal Governo a cui è seguita un’Ordinanza del Presidente Bonaccini che prevede, in estrema sintesi, quanto segue:
dal 15 giugno:
- Riprendono le visite agli ospiti nelle Case residenza per anziani (Cra) e persone con disabilità, ciascuna struttura deciderà in autonomia le modalità da adottare;
- Si possono organizzare, seguendo gli opportuni protocolli, sagre e fiere locali, oltre a cerimonie ed eventi assimilabili;
- Vengono poi integrate le linee guida regionali per cinema, circhi e spettacoli dal vivo: gli spettatori devono indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del posto. Per gli spettacoli, sia al chiuso che all’aperto, viene tolto il tetto massimo di presenti: il numero massimo di spettatori è infatti determinato in base alla capienza autorizzata per ciascun luogo;

dal 19 giugno:
- possono riaprire le discoteche (solo ballo all’aperto; linee guida sulla sicurezza)

dal 25 giugno:
- possono riprendere gli sport di contatto

Grazie dell’attenzione

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DELL'8 GIUGNO

Aggiornamento casi e IMU

Buongiorno,
Premetto che, come già scritto sui canali istituzionali, ad oggi tutti e 7 i concittadini che avevano contratto il virus sono fortunatamente guariti.
Inoltre mi preme informare che, visto l’approssimarsi della scadenza IMU, chi si trovasse in una qualche situazione di difficoltà può richiedere la proroga dei termini al 30 settembre (senza sanzioni ed interessi) inviando il presente modulo, debitamente compilato, all’ufficio tributi.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 22 MAGGIO

Ampliamento orari "Isola pedonale"

Buonasera,

vi comunico che da domani inizierà la consueta isola pedonale estiva che riguarderà il centro storico di Sarsina ed in particolare: Piazza Plauto, Piazzetta Lucio Pisone, via Cesio Sabino e Via Guerrin Capello. Diversamente dagli anni passati si è ritenuto di ampliare l’orario di isola pedonale anticipandola di 2 ore alle ore 18:00 e fino alle ore 2:00 del giorno successivo ad eccezione della domenica che vedrà un’isola pedonale integrale per tutto il giorno.

Questa decisione è stata presa al fine di prevenire la formazione di assembramenti di fronte ai locali che effettuano somministrazione di bevande e alimenti. Alle attività che ne hanno fatto domanda infatti, è stata concessa la stessa porzione di suolo pubblico dello scorso anno per la fascia diurna mentre dalle ore 18:00 in avanti, con l’inizio dell’isola pedonale, gli sarà data facoltà di raddoppiare tale superficie consentendo un maggior distanziamento.

Viste anche le segnalazioni fatte negli ultimi giorni chiederemo ai titolari di essere estremamente scrupolosi nel mettere a sedere le persone.

Gli orari sono stati fatti cercando di contemperare i vari interessi, vedremo quale sarà la risposta della cittadinanza ed eventuali modifiche. Si evidenzia anche la possibilità, per i pubblici esercizi, di poter modificare liberamente gli orari di apertura al pubblico.

Speriamo infine che possa essere l’occasione per tornare godere maggiormente della bellezza del nostro centro storico con le nostre famiglie.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 21 MAGGIO

Buon pomeriggio,

Vi aggiorno in merito al numero di positivi nel nostro comune.
Purtroppo questa mattina mi è stata comunicata dall’Ausl un nuovo caso di positività. Il concittadino si trova ora ricoverato all’ospedale Bufalini non in terapia intensiva. 

L’Ausl sta provvedendo ad effettuare l’indagine epidemiologica. Esprimiamo la vicinanza di tutta la comunità a lui ed alla sua famiglia.

Per cui Il bilancio complessivo è di sette persone. Quest’ultimo caso si aggiunge ai sei già guariti.

Come più volte sottolineato vi prego di continuare ad essere diligenti ed estremamente attenti perché questa nuova fase presenta insidie maggiori e richiede un maggiore senso di responsabilità.

Non abbassate la guardia!

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 18 MAGGIO - SERA.

Riapertura mercato settimanale

Si comunica che da DOMANI 19 Maggio riapre il consueto mercato settimanale in piazza Plauto.

Per l’accesso al mercato sarà necessario osservare le regole sanitarie di distanziamento sociale. In particolare:

  • Obbligo di mascherina per l’accesso al mercato 
  • Mantenimento della distanza interpersonale (ad eccezione per persone dello stesso nucleo familiare) 
  • Divieto di assembramenti 

I varchi d’accesso al mercato verranno sorvegliati da volontari della Misericordia di Sarsina e dalla Polizia Municipale. le riunioni si svolgono garantendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 18 MAGGIO

Disposizioni valide da oggi

Buongiorno,

scrivo per sintetizzare le restrizioni in vigore da oggi che sono state recepite con ordinanza del Presidente della Regione di ieri.

Premetto che la situazione, nel nostro comune, rimane fortunatamente invariata e non abbiamo nessun caso di positività al virus.

Questa la sintesi delle principali novità in vigore da oggi, che vi chiedo di leggere attentamente:

  • nessuna limitazione agli spostamenti all'interno della Regione: niente autocertificazione, si potrà tornare a fare vita sociale;
  • divieto fino al 2 giugno di spostarsi fuori regione e di spostarsi da e per l'estero. Gli spostamenti tra regioni sono legittimati solo da motivi di salute, lavorativi o di estrema urgenza.
  • permane l’obbligo di utilizzo delle mascherine nei trasporti, nei luoghi chiusi aperti al pubblico e in quei luoghi aperti dove non è possibile mantenere le distanze. E’ bene avere sempre con se una mascherina;
  • permane l’obbligo del distanziamento sociale di almeno un metro;
  • permane il divieto di uscire di casa per chi è COVID positivo o chi ha sintomi riconducibili a tale malattia;
  • divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • le attività economiche, produttive, ricettive e sociali ripartiranno oggi rispettando i protocolli idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio: http://www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/protocolli-di-sicurezza?fbclid=IwAR3FR6vFybmWIl7qyQFanNYiDp2QQ-bHM9PfgBk-VJOYicgyq6Z4rKvt4zU

In particolare dal 18 maggio riapriranno:

- commercio al dettaglio in sede fissa, mercati, posteggi fuori mercato e chioschi, 

- agenzie di viaggio e agenzie immobiliari,

- servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali, quali bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie,

- servizi alla persona quali barbieri, parrucchieri centri estetici, centri tatuatori e piercing,

- attività ricettive alberghiere, strutture ricettive all’aria aperta,

- musei e degli altri istituti e luoghi della cultura,

- funzioni religiose.

Dal 25 maggio riapriranno:

- stabilimenti balneari

- attività sportiva di base e attività motoria, anche in forma di allenamento collettivo di squadra, svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati

- attività corsistiche (a titolo di esempio, lingue straniere, musica, fotografia, nautica)

- attività dei centri sociali, dei circoli culturali e ricreativi

- attività dei parchi tematici, parchi divertimento, e luna park

- attività ricettive extralberghiere e altre tipologie ricettive.

A decorrere dall’8 giugno 2020, infine, sono consentite le attività dei Centri Estivi e per i minori di età superiore ad anni tre, previa adozione di specifico protocollo regionale e nel rispetto dei principi contenuti nelle linee guida nazionali.

- le riunioni si svolgono garantendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Il Sindaco Enrico Cangini

Tutte le misure e i testi delle norme nazionali e regionali nel sito della Regione

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 16 MAGGIO

Buonasera,

Ieri sera il Governo ha approvato un Decreto Legge, firmato oggi dal Presidente della Repubblica, con le misure che interesseranno la nostra quotidianità dal 18 maggio al 31 luglio.

Poco fa il Presidente del Consiglio ha presentato un DPCM che dettaglia ulteriormente queste misure.

Questa la sintesi delle principali novità in vigore da lunedì, che vi chiedo di leggere attentamente:

  • nessuna limitazione agli spostamenti all'interno della Regione: niente autocertificazione, si potrà tornare a fare vita sociale;permane l’obbligo di utilizzo delle mascherine nei trasporti, nei luoghi chiusi aperti al pubblico e in quei luoghi aperti dove non è possibile mantenere le distanze. E’ bene avere sempre con se una mascherina;
  • permane l’obbligo del distanziamento sociale di almeno un metro;
  • permane il divieto di uscire di casa per chi è COVID positivo o chi ha sintomi riconducibili a tale malattia;
  • divieto fino al 2 giugno di spostarsi fuori regione e di spostarsi da e per l'estero. Gli spostamenti tra regioni sono legittimati solo da motivi di salute, lavorativi o di estrema urgenza;
  • divieto di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • le funzioni religiose possono essere svolte secondo i protocolli concordati tra Governo e confessioni religiose. Pertanto, con apposite accortezze, le messe da lunedì potranno svolgersi nuovamente;
  • le attività economiche, produttive e sociali devono ripartire rispettando i protocolli idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio, quindi riaprono anche ristoranti, bar, parrucchieri ed estetiste: /www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus/protocolli-di-sicurezza
  • le riunioni si svolgono garantendo la distanza interpersonale di almeno 1 metro;
  • dal 18 maggio possono riaprire i musei; dal 25 maggio riaprono palestre e piscine; dal 15 giugno cinema e teatri.

Uscirà, nelle prossime ore, un'ordinanza regionale che recepirà tutto quanto disposto dal Governo, vi terrò quindi aggiornati anche su questo.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 15 MAGGIO

Buonasera,

vi comunico che, a distanza di giorni, la situazione nel nostro Comune rimane invariata. Non abbiamo nuovi casi di positivi al virus ed i sei concittadini che lo avevano contratto sono fortunatamente tutti guariti.

In questi giorni inoltre l’Ausl ha effettuato la seconda tranche di test seriologici sugli operatori della casa protetta Barocci e, fortunatamente, tutti sono risultati negativi.

Ieri sera, per la prima volta nella nostra storia, abbiamo tenuto il consiglio comunale in streaming su YouTube. Un’esperienza positiva che, forti delle nuove consapevolezze tecnologiche maturate in questa emergenza, ci spronerà a rendere ancora più trasparente il nostro Comune. Ringrazio a tal proposito i consiglieri e il concittadino Alessandro Satanassi che, volontariamente, ci ha supportato tecnicamente nell’iniziativa.

Come sapete dal prossimo lunedì molte attività potranno riaprire. Siamo in attesa di avere ufficialmente i protocolli del governo prima di confermare le anticipazioni già uscite. La speranza è che lo si possa fare assicurando il difficile equilibrio tra condizioni lavorative e sicurezza.

Da parte del comune del Comune di Sarsina ci sarà la massima disponibilità a semplificare tutto ciò che possa essere utile alle attività economiche. Mi riferisco, per fare un esempio, all'ampliamento delle concessioni per il suolo pubblico . Poi, nelle prossime settimane, ci occuperemo di agevolare l'economia locale, per quanto nelle nostre possibilità, con provvedimenti di riduzione delle imposte locali.

Fino ad oggi siamo stati molto rigorosi, questi piccoli sprazzi di libertà hanno entusiasmato tutti ma vi prego di essere attenti e di non passare da un eccesso all’altro, ‘in medio stat virtus’.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 8 MAGGIO

Aggiornamento - Nuova consegna mascherine

Buonasera,

da oggi pomeriggio e nell'arco dei prossimi giorni la MISERICORDIA di Sarsina, che non ci stancheremo mai di ringraziare, provvederà a consegnare nuovamente le mascherine che ci sono state consegnate dalla Regione E-R. A tali dispositivi si aggiunge una donazione per i più piccoli fatta dall'associazione FERMATA TURRITO che ringraziamo sentitamente. In particolare verranno consegnate le seguenti cose:

> ogni nucleo familiare riceverà: 2 MASCHERINE devolute dalla Regione Emilia-Romagna ed 1 della Protezione Civile.

> i bambini dai 3 ai 7 anni riceveranno: 1 mascherina in tessuto, realizzata da Silvia Tontini, con tasca interna dove poter apporre appositi tessuti isolanti (esempio: mascherina chirurgica ritagliata). Le mascherine sono donate dai ragazzi di Fermata Turrito

> i ragazzi delle scuole medie di Sarsina e Ranchio riceveranno: 1 libro-fumetto “Anfitrione” prodotto dalla compagnia Teatro Europeo Plautino. Il fumetto è donato dal Comune di Sarsina. Un piccolo pensiero che speriamo possa permettere ai ragazzi di trascorrere qualche ora con il sano piacere della lettura, in questo caso plautina!

Rammentiamo infine che l’utilizzo di dispositivi per la protezione delle vie respiratorie, come da DPCM del 26 aprile e successiva ordinanza regionale, è obbligatorio sull'intero territorio nazionale, nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza (cimiteri e parchi). Non sono soggetti all'obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l'uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.

Da qualche giorno è incominciata la fase 2 con misure più distensive e meno stringenti. Nella speranza di poterci rincontrare presto vi chiedo il costante rigore e il massimo rispetto nell’osservare la normativa vigente. Non dobbiamo disperdere il buon lavoro fin qui svolto da tutta la cittadinanza! 

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 6 MAGGIO

Aggiornamento nuova ordinanza Bonaccini

Buonasera

vi aggiorno circa l’ordinanza n. 75 firmata poco fa dal Presidente Bonaccini, in vigore da domani, che ha modificato in alcuni punti le disposizioni precedentemente prese.

Tolto il limite del perimetro provinciale per gli spostamenti

E’ soppresso il limite provinciale negli spostamenti per necessità che era stato introdotto con la precedente ordinanza del 30 aprile 2020. Pertanto ci si può spostare per NECESSITA’ (es fare la spesa),  LAVORO e SALUTE su tutto il territorio regionale. Lo si potrà fare non solo individualmente ma anche assieme ai conviventi.

Anche gli spostamenti verso le seconde case, le imbarcazioni o le roulotte, per ragioni di manutenzione, si possono ora fare in tutta la regione con obbligo di rientro in giornata. 

infine potranno avvenire in ambito regionale anche gli spostamenti per svolgere individualmente attività sportiva o motoria all'aperto, sempre rispettando la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri e per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.

Circoli Sportivi

l’attività sportiva è consentita anche all’interno di strutture e circoli sportivi, se svolta in spazi all’aperto che consentano nello svolgimento dell’attività il rispetto del distanziamento ed evitino il contatto fisico tra i singoli atleti. 

Resta sospesa ogni altra attività collegata all’utilizzo delle strutture di cui al periodo precedente compreso l’utilizzo di spogliatoi, palestre, piscine, luoghi di socializzazione, bar e ristoranti.

Per intenderci se una persona, in accordo col gestore degli spazi, volesse andare a correre all’interno di un campo sportivo potrebbe. Oppure il tennis in campi all’aperto.

Colgo l'occasione per comunicare la riapertura della "Stazione ecologica" e della "Casetta dell'acqua".

Mi raccomando siate responsabili perché questa nuova fase è ancor più delicata della cosiddetta Fase 1.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 4 MAGGIO

Aggiornamento provvedimenti Fase 2

Questa mattina, assieme agli uffici, ho provveduto a firmare tre provvedimenti relativi alla cosiddetta “Fase 2” iniziata oggi.

Li riassumo qui di seguito:
Mercato del martedì’

Da domani riaprirà il mercato settimanale per soli banchi alimentari. Ai fini di garantire un corretto contingentamento abbiamo emanato ordinanza che sposta il mercato dalla sede naturale, Piazza Plauto, al parcheggio sopraelevato di Via Linea Gotica. Pertanto tale parcheggio sarà chiuso alle auto dalle ore 6:00 alle ore 14:00. La PM vigilerà gli ingressi e si raccomanda l’uso dei dispositivi di protezione nonché il rispetto delle distanze.

Cimiteri

Questa mattina ho firmato apposita ordinanza di riapertura dei 13 cimiteri comunali. Gradualmente l’azienda che ha in gestione i cimiteri, Amga, ha provveduto e sta provvedendo all’apertura dei vari cimiteri comunali riprogrammando manualmente le centraline. Ragionevolmente entro questa sera tutti i cimiteri saranno pronti a riaprire per l'indomani. All’interno degli stessi è interdetto l’utilizzo dei bagni. E’ comunque necessario utilizzare i sistemi di protezione (mascherine) e tenere scrupolosamente le distanze. Gli orari di apertura rimangono quelli precedenti alla chiusura.

Parchi

Questa mattina ho firmato apposita ordinanza di riapertura dei parchi comunali. I nostri dipendenti in mattinata hanno provveduto a togliere le bandelle di limitazione e a interdire l’utilizzo (con reti) dei vari giochi visto il divieto ancora vigente verso le attività ludico ricreative. L’unico parco che, per ora, non è stato aperto è quello di Piazzetta San Francesco. E’ comunque necessario tenere scrupolosamente le distanze e consigliati i dispositivi di sicurezza.

Protocollo d'intesa con il Comune di Sant'Agata Feltria

L’ordinanza n.74 del Presidente della Regione Bonaccini consente gli spostamenti per necessità esclusivamente all’interno della stessa provincia, fatta salva però la possibilità per i comuni ‘frontalieri’ di formalizzare degli accordi. In questo caso, in accordo col Sindaco Guglielmino Cerbara, abbiamo predisposto un protocollo d’intesa che consente ai cittadini delle frazioni del Comune di Sant’Agata Feltria (RN) - Romagnano e Sapigno - di poter venire per ragioni di necessità nel Comune di Sarsina (FC). Il protocollo è già stato sottoscritto ed è quindi efficace.

Mascherine

Ho provveduto a revocare l’ordinanza firmata da me in data 14 aprile 2020 che istituiva l’obbligo di utilizzo di mascherine. Tale ordinanza è stata revocata a seguito dell’assunzione di provvedimenti analoghi di obbligo da parte del Presidente Conte e da parte del Presidente Bonaccini. Ergo, da oggi l’obbligo di indossare le mascherine è limitato ai luoghi chiusi "aperti al pubblico" e a quei luoghi aperti dove non è possibile mantenere le distanze.

Funghi

è consentita la raccolta funghi al pari dell’attività motoria. E’ arrivato il chiarimento atteso e da domani riparte il rilascio dei tesserini.

Questa fase è ancora più delicata e vi raccomando la massima attenzione.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 1° MAGGIO - Sera
Disposizioni valide dal 4 maggio

A seguito della nuova ordinanza emessa dal Presidente della regione Emilia-Romagna di ieri sera, e del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri Conte sono a riassumere le novità della cosiddetta “fase 2” che partirà dal prossimo lunedì 4 maggio. 

Non è una sorta di “tana libera tutti” ma mantiene disposizioni stringenti a cui vi prego di attenervi.
I nostri comportamenti dovranno quindi conformarsi al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri Conte ed anche alle ulteriori disposizioni varate ieri sera, con propria ordinanza, dal Presidente Bonaccini.

Qui sotto vengono coniugati entrambi i provvedimenti.

In particolare:

Spostamenti
Ci si potrà muovere per ragioni di necessità in modo individuale e all'interno della propria Provincia (in questo caso l’ordinanza di Bonaccini ha ristretto rispetto al dpcm che prevedeva un perimetro regionale), mentre a livello sovraprovinciale e sovraregionale ci si potrà muovere solo per ragioni di LAVORO e SALUTE. Cadrà il divieto, che era stato introdotto con il lockdown, di spostarsi dal luogo in cui ci si trovava verso quello di domicilio o di residenza. Per intenderci, ad esempio, studenti fuori sede potranno tornare al proprio domicilio.

Comuni frontalieri fra provincie (come Sarsina e San'Agata Feltria)
E’ fatta salva, per i comuni confinanti tra province diverse, di stringere accordi per consentire lo spostamento dei cittadini per ragioni di necessità. In queste ore assieme al Comune di Sant’Agata Feltria ragioneremo su come aiutare gli spostamenti dei cittadini delle Frazioni di Romagnano e Sapigno verso Sarsina.

Seconde case
è consentito raggiungere (su base provinciale) le seconde case, camper o roulotte per necessità di manutenzione e riparazione con obbligo di rientro in giornata.

Incontri
Una prima apertura al ritorno ad incontrarsi arriva con l'autorizzazione a vedere familiari stretti, genitori, sorelle, fratelli, nonni (su base regionale). Il che non vuol dire consentire riunioni di famiglia: resta valido il divieto di assembramenti, anche in casa. Soprattutto per proteggere i più anziani è prescritto l'uso della mascherina. E’ uscita una nuova interpretazione estensiva relativa ai “rapporti stabili” sui quali si attendono chiarimenti.

Attività motorie
Sarà consentita la ripresa dell'attività motoria e sportiva individuale (ciclismo, camminate…) non più nei pressi della propria abitazione, rispettando la distanza interpersonale di almeno due metri. E’ consentito l’accompagnamento per minori e persone non completamente autosufficienti. Potranno riprendere ad allenarsi gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra per i quali la ripresa potrebbe essere il 18 maggio.

Pesca sportiva: ammessa alle condizioni dell’attività motoria.

Raccolta funghi
l’interpretazione che sta prevalendo è che anche questa attività sia assimilabile all’attività motoria. Però attendiamo chiarimenti dalla Regione.

Caccia e addestramento cani
è ammessa la caccia di selezione e l’attività di addestramento cani secondo le condizioni dell’attività motori

Parchi e giardini
L’accesso ai parchi e giardini è ammesso mantenendo le distanze di un metro. Valuteremo nei prossimi giorni come effettuare, eventualmente, il contingentamento dei vari parchi riaprendo con apposita ordinanza. 

Spiagge e arenili: interdetti al pubblico

Attività di allevamento e addestramento animali: consentite

Bar Ristoranti e Take Away
In attesa della riapertura di bar e ristoranti, ma anche di centri estetici e parrucchieri, annunciati dal premier Conte per l'1 giugno, viene confermata, a partire dal 4 maggio, la possibilità di fare ristorazione con le modalità di vendita da asporto oltre che di consegna a domicilio (cosa già prevista con propria ordinanza dalla Regione E-R dal 27 aprile).
Il consumo non deve avvenire all'interno del locale, né al suo esterno devono formarsi assembramenti in cui non si rispetta la distanza fra le persone. "Si dovrà entrare uno alla volta, rispettando la fila, le distanze, con i dispositivi di protezione".

Mascherine obbligo
L’obbligatorietà delle mascherine è stata introdotta sia dal Dpcm e ribadita nell’ordinanza di Bonaccini. Dal momento in cui entrano in vigore questi provvedimenti è revocata la precedente ordinanza del Sindaco.

Pertanto dal 4 maggio le mascherine saranno obbligatorie nei locali aperti al pubblico e in quei luoghi aperti dove non sia possibile mantenere il distanziamento di un metro e nei mezzi di trasporto pubblici. Possono non indossarla i minori di 6 anni e le persone con forme di disabilità non compatibili.

Restano sospese le visite agli ospiti delle strutture socio sanitarie

Negozi
Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura è fissata per il 18 maggio. Su richiesta del Comitato tecnico scientifico si è ritenuto di programmare step di riapertura di 14 giorni per verificare gli effetti di ogni riapertura. Parrucchieri, barbieri, centri estetica, come detto, riapriranno il 1° giugno assieme a bar e ristoranti.

Mercato Settimanale
Dal prossimo martedì 5 maggio riprenderà il mercato settimanale, con banchi alimentari, e verrà posizionato nel parcheggio di via Linea Gotica (quello a due piani, nella parte superiore). La collocazione si è resa necessaria poiché è necessario contingentare gli ingressi e in piazza non vi erano le condizioni per via della promiscuità del transito in tale area.

Messe e funerali
Accolte solo in parte le richieste della Cei per la ripresa delle funzioni religiose. Dal 4 maggio potranno essere nuovamente celebrati i funerali ma solo alla presenza degli stretti familiari (parenti di primo o secondo grado), non più di 15 persone, se possibile all'aperto e a distanza l'uno dall'altro. E tutti dotati di mascherina. No invece alle messe, nonostante la proposta articolate di misure di distanziamento da parte della Cei. 

Cimiteri
L’ordinanza di Bonaccini consente al Sindaco di riaprire i cimiteri e pertanto provvederò con mia ordinanza.

Casa dell'acqua
Riapre in settimana! prima necessario che adriatica acque provveda alla sanificazione ed al riallacciamento.

Attività produttive
prono dal 27 aprile le aziende ritenute strategiche, dai cantieri dell'edilizia pubblica al manifatturiero per l'export con richieste di autorizzazione in deroga ai prefetti. Dal 4 tutte gli altri e il commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere. E’ comunque consentito l’accesso ai locali di qualsiasi attività sospesa per lo svolgimento di lavori di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione nonché la ricezione in magazzino di beni e forniture

Musei e mostre
Musei, mostre e luoghi culturali all'aperto riapriranno il 18 maggio.

RIMANGONO INTERDETTE:
attività ludiche, eventi e competizioni sportive, manifestazioni, servizi alla persona, attività scolastiche ed educative, sale da gioco, palestre e centri sportivi.

Vi chiedo la massima scrupolosità ed attenzione.
Mi appello al senso di responsabilità che anima ciascuno perché questa fase è ancora più delicata.
Spero di avervi aiutato nella comprensione.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 1° MAGGIO - Pomeriggio

Il Comune di Sarsina apre un proprio canale informativo su TELEGRAM

Benvenuti sul canale Telegram ufficiale del Comune di Sarsina)! 
Qui ricevete aggiornamenti, news, eventi, comunicazioni riguardanti il Comune di Sarsina!

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 30 APRILE

Zero contagi!

Buongiorno,
Vi comunico con piacere che il nostro Comune, ad oggi, si può considerare “covid free”. Infatti, i sei concittadini che avevano contratto il virus sono fortunatamente tutti e sei guariti. In queste settimane siamo stati costantemente in contatto con loro e con le loro famiglie, che hanno dimostrato una grande prova di tenacia e di forza d’animo. Penso che sia un’informazione di cui tutta la comunità si debba rallegrare e che rende consapevole l’amministrazione comunale di avere una cittadinanza ligia ed attenta, che ha dimostrato in queste settimane grande senso di responsabilità.
Non vorrei eccedere nei proclami trionfalistici perché il cammino è ancora lungo e non possiamo escludere una recrudescenza del virus anche nel nostro territorio, per questo vi chiedo di mantenere alta l’attenzione e di non sottovalutare l’emergenza. Confido e spero di poter mantenere questa situazione ma eventuali nuovi casi verranno prontamente comunicati.
Inoltre mi preme informarvi che tutti gli operatori della nostra casa protetta Barocci si sono sottoposti ai test sierologici e, fortunatamente, tutti hanno avuto un esito negativo. Vorrei far sentire, a tutti gli operatori, la vicinanza della cittadinanza. In questi giorni si sono trovati a farsi carico di un servizio particolarmente delicato verso i più fragili e ci tengo a ringraziarli per quanto hanno fatto.
Vi chiedo di continuare così, con il senso di responsabilità che avete fin’ora dimostrato.
Siamo orgogliosi della nostra comunità.
Un caro saluto.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO 28 APRILE

Buonasera,
provo a riepilogare sinteticamente i provvedimenti che si sono stratificati in questi ultimi giorni:

Nuova Ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna (dal 27 aprile)

Da ieri, 27 aprile, è in vigore una nuova ordinanza della Regione E-R che consente la vendita di cibo da asporto da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (ad esempio pasticcerie, gelaterie, bar, rosticcerie, pizzerie al taglio). La vendita per asporto sarà effettuata previa ordinazione on-line o telefonica, garantendo che gli ingressi per il ritiro dei prodotti ordinati avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all'esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta. E’ vietato il consumo di alimenti e bevande sul posto.
Inoltre sempre da ieri è consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali da compagnia.
Si rammenta anche il precedente provvedimento che consentiva, fino al 3 maggio, la coltivazione del terreno per uso agricolo e l’attività diretta alla produzione, per autoconsumo, anche all’interno degli orti urbani e comunali.

Nuove disposizioni sanitarie (dal 28 aprile)

Da oggi, 28 aprile, è consentita da parte delle strutture del sistema sanitario pubblico e privato l’erogazione di prestazioni anche programmabili e non urgenti, che erano state sospese a causa dell’emergenza Coronavirus.

Nuovo  DPCM “FASE 2” (dal 4 maggio)

#Spostamenti
Cambierà il modulo perché alle già note motivazioni per uscire di casa si aggiunge quella della visita ai parenti, secondo precise modalità per tutelare salute e sicurezza. Ci si potrà muovere all'interno del proprio Comune e della propria Regione, non ancora invece in altre regioni se non per ragioni di lavoro o salute. Anche se cadrà il divieto, che era stato introdotto con il lockdown, di spostarsi dal luogo in cui ci si trovava verso quello di domicilio o di residenza. Sarà dunque possibile per gli studenti o i lavoratori o chiunque altro rimasto bloccato in un'altra città dal lockdown fare ritorno a casa.

#Incontri
Una prima apertura al ritorno ad incontrarsi arriva con l'autorizzazione a vedere familiari stretti, genitori, sorelle, fratelli, nonni. Il che non vuol dire consentire riunioni di famiglia: resta valido il divieto di assembramenti, anche in casa. Soprattutto per proteggere i più anziani è prescritto l'uso della mascherina. E’ uscita una nuova interpretazione estensiva relativa ai “rapporti stabili” sui quali si attendono chiarimenti.

#AttivitàMotorie
Sarà consentita la ripresa dell'attività motoria non più nei pressi della propria abitazione, sempre individualmente o comunque a distanza di almeno un metro, con la sola eccezione di persone conviventi nella stessa casa. Per i giardini pubblici la scelta rimane in capo ai Comuni, valuteremo nei prossimi giorni poiché il dlcm prevede il contingentamento degli ingressi. Sì anche all'attività motoria con i figli o alle passeggiate con persone non autosufficienti. Potranno riprendere ad allenarsi gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra per i quali la ripresa potrebbe essere il 18 maggio. Per l'attività sportiva la distanza minima prevista è di due metri. Per la semplice attività motoria è invece di un metro.

#Bar Ristoranti take away
In attesa della riapertura di bar e ristoranti, ma anche di centri estetici e parrucchieri, annunciati dal premier Conte per l'1 giugno, viene confermata, a partire dal 4 maggio, la possibilità di fare ristorazione con le modalità di vendita da asporto oltre che di consegna a domicilio (cosa già prevista con propria ordinanza dalla Regione E-R). Il consumo non deve avvenire all'interno del locale, né al suo esterno devono formarsi assembramenti in cui non si rispetta la distanza fra le persone. "Si dovrà entrare uno alla volta - ha spiegato Conte -, rispettando la fila, le distanze, con i dispositivi di protezione".

#Mascherine
Con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm verrà superata l’ordinanza comunale. Il Dpcm stabilisce l’obbligo di utilizzo di dispositivi “nei luoghi confinati aperti al pubblico inclusi mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché soggetti con forme di disabilità non compatibili”.
Al fine di declinare chiaramente questa disposizione verrà adottata una nuova ordinanza, uguale per tutti i comuni della valle del savio, che definirà il perimetro di utilizzo e vi verrà comunicata nei prossimi giorni. Infine si comunica che nel Dpcm viene fissato a 0,50 € il prezzo delle mascherine chirurgiche.

#Negozi
Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura è fissata per il 18 maggio. Su richiesta del Comitato tecnico scientifico si è ritenuto di programmare step di riapertura di 14 giorni per verificare gli effetti di ogni riapertura. Parrucchieri, barbieri, centri estetica, come detto, riapriranno l'1 giugno assieme a bar e ristoranti.

#Messe e funerali
Accolte solo in parte le richieste della Cei per la ripresa delle funzioni religiose. Dal 4 maggio potranno essere nuovamente celebrati i funerali ma solo alla presenza degli stretti familiari (parenti di primo o secondo grado), non più di 15 persone, se possibile all'aperto e a distanza l'uno dall'altro. E tutti dotati di mascherina. No invece alle messe, nonostante la proposta articolate di misure di distanziamento da parte della Cei. E’ stato posto anche il tema della riapertura dei cimiteri, sia pure in sicurezza, il governo, però, ha preso tempo e non ha ancora ufficialmente aperto a questa possibilità.

#AttivitàProduttive
Aprono dal 27 aprile le aziende ritenute strategiche, dai cantieri dell'edilizia pubblica al manifatturiero per l'export con richieste di autorizzazione in deroga ai prefetti. Dal 4 tutte gli altri e il commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere.

#Musei mostre
Musei, mostre e luoghi culturali all'aperto riapriranno il 18 maggio.

Vi chiedo la massima scrupolosità ed attenzione. Mi appello al senso di responsabilità che anima ciascuno.
Spero di avervi aiutato nella comprensione.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO CASI E NUOVA ORDINANZA DEL 15 APRILE

Buonasera,
in primis vi aggiorno circa il numero di positività nel nostro comune che ad oggi sono scese a sole due persone. Infatti, a seguito delle due guarigioni di settimana scorsa, sono seguite altre due guarigioni ad inizio di questa settimana. Notizie che ci rallegrano e che ci fanno ben sperare, augurando anche ai due concittadini ancora positivi, isolati al domicilio, di 'negativizzarsi' nel più breve termine possibile.

Sono notizie confortanti che però non ci devono far abbassare la guardia e indurre ad essere meno rigorosi. Tutt'altro. Ed è proprio per questo che questa mattina ho firmato una nuova ordinanza contingibile e urgente dove si dispone l'obbligo, per tutti i cittadini e per coloro che si trovano all'interno dei confini comunali, di indossare le mascherine nei luoghi pubblici e negli esercizi commerciali al fine di tutelare se stessi e gli altri.
Tale ordinanza si è resa necessaria a seguito delle segnalazioni di alcuni commercianti. Inoltre pare corretto adottarla a seguito della consegna effettuata da parte di misericordia di dispositivi a tutti i nuclei famigliari. Nel caso qualcuno fosse ancora sprovvisto o ne avesse necessità, può scrivere alla mail: segreteria@comune.sarsina.fc.it

Per chi volesse leggere il testo integrale lo trova sulla sezione "Albo Pretorio" nel sito del Comune di Sarsina.
Ricordo inoltre che è possibile farsi consegnare la spesa a casa e che, diversamente, è bene che una sola persona per nucleo si rechi a farla.
Crediamo sia una misura di buon senso e di rispetto reciproco che se non adempiuta vedrà applicate le sanzioni ex dlgs 13 gennaio 2000 n. 267.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 10 APRILE

Consegna mascherine a tutte le famiglie effettuata sabato 11 aprile dalla Misericordia di Sarsina

Buonasera,
vi informo che per tutta la giornata di domani i volontari della misericordia faranno consegna, porta a porta, di un kit di mascherine per tutte le famiglie del nostro comune. In queste ore sono al lavoro per preparare i pacchi e fare gli indirizzi e stanno lavorando alacremente a servizio di tutta la comunità.
Il kit verrà consegnato a ciascun nucleo famigliare residente nel comune e conterrà:
- n. 1 mascherina chirurgica acquistata dal Comune e Misericordia lavabile (2000 unità);
- n. 1 mascherina chirurgica messa a disposizione da Regione E-R (1500 unità);
- n. 1 mascherina monrasio messa a disposizione da Protezione Civile (2000 unità);
- n. 1 bottiglia di solvente per superfici donatoci da Giovanni Baldoni e ditta Gr. Life (1050 unità) e trasportate gratuitamente da Ambrogini Pierpaolo;
- ci sarà poi una sorpresa per i più piccoli e per gli anziani soli ed una lettera di auguri di buona Pasqua;
Le bottiglie di solvente non sono sufficienti per tutti i nuclei famigliari (circa 1500) per cui verranno date a quelli più numerosi.
Colgo l’occasione per ringraziare le imprese che in queste settimane ci hanno donato dispositivi per la casa protetta, in particolare: Sermec Ricci Group, Righi Group e Vossloh Schwabe.
Inoltre ci teniamo a ringraziare le concittadine che in questi giorni hanno prestato gratuitamente la loro opera per fare mascherine artigianali: Elena Ambrogetti, Patricia Perez, Silvia Tontini e Sonia Quaranta.
Attenzione, la mascherina non deve essere un incentivo ad uscire di casa ma un’ulteriore prevenzione da indossare qualora fosse necessario allontanarsi dalla propria abitazione, diventando così uno strumento di protezione per noi stessi e per le persone che ci circondano
Se vi bussa alla porta un volontario con divisa gialla e azzurra non abbiate paura.
Se qualcuno non dovesse ricevere il contenuto, prossima settimana scriva alla mail: sindaco@comune.sarsina.fc.it

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 9 APRILE

Portali web consegne a domicilio
In questo momento di difficoltà e distanziamento sociale la tecnologia è un utile strumento di comunicazione e di scoperta delle varie opportunità. In questi giorni giorni sono stati messi online portali internet che ci aiutano a trovare tutte le attività della nostra vallata che effettuano consegna a domicilio:

1) il primo è www.vallesavio.com, portale in grado di offrire un servizio ai cittadini sugli orari, contatti, disponibilità, possibilità e modalità di consegna a domicilio. In esso troverete informazioni relative ai comuni della Vallata del Savio.
2) il secondo è www.insiemeacesena.com che ha una dimensione più ampia e comprende anche Cesena ma racchiude anche le attività dell'alta valle.
Ci teniamo comunque a puntualizzare che tali iniziative sono di natura privata, pertanto in questa comunicazione ci limitiamo solamente a mettere in luce l'iniziativa in favore di cittadini e commercianti interessati

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 7 APRILE

Video concernente la situazione dei contagi

Il video è disponibile al seguente link: https://www.facebook.com/comunedisarsina/videos/356310038661304/

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 3 APRILE

Modulo buoni spesa alimentare per emergenza Covid-19

E' stato pubblicato l'avviso per l'assegnazione di buoni spesa a favore di persone e/o famiglie in condizioni di grave disagio economico e sociale causato dalle condizioni di emergenza Covid-19.
Il bonus alimentare è volto ad integrare il reddito familiare per la gestione della spesa di generi alimentari o di prima necessità, in costanza della situazione di emergenza epidemiologica in atto.

Come fare?
compilate unicamente sull’apposito modulo predisposto, disponibile sul sito internet del Comune di Sarsina www.comune.sarsina.fc.it ed - in forma cartacea - presso l’atrio di ingresso del Comune di Sarsina in Via Linea Gotica 23.
Le istanze di ammissione al beneficio, potranno essere inoltrate scegliendo una delle seguenti modalità:
1. a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo PEC: sarsina@pec.unionevallesavio.it
2. a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo E. MAIL: moretti_l@unionevallesavio.it
3. consegnate a mano al Comune di Sarsina – in via Linea Gotica 23 (le domande andranno depositate nell’apposita urna di raccolta della corrispondenza posta nell’atrio di Ingresso del Municipio)

Chi può fare domanda?
Possono accedere alle misure di cui all’art 4 Ordinanza del Capo della Protezione Civile n. 658/2020 i cittadini residenti
nel Comune di SARSINA evidenziando che i cittadini stranieri devono essere in possesso di regolare titolo di presenza
sul territorio nazionale.
Per ogni nucleo familiare la domanda può essere presentata da un solo componente: la misura di sostegno alimentare è
“una tantum”, salvo successivo rifinanziamento del Fondo di solidarietà alimentare.

Requisiti:
Possono presentare istanza di ammissione all’erogazione dei “Buoni spesa” i nuclei familiari, anche monoparentali in
gravi difficoltà economiche che:
1. hanno subito una riduzione della capacità reddituale per una delle seguenti cause:
√ perdita del lavoro senza amortizzatori sociali
√ mancato inizio lavoro stagionale
√ perdita lavoro precario
√ sospensione o forte contrazione dell’attivita’ di lavoro autonomo
√ perdurare della condizione di disoccupazione o di indigenza
√ attesa di corresponsione di amortizzatori sociali non ancora liquidati
2. dispongono di rendite mensili non superiori ad € 500,00 (es: proventi da canoni di locazione o altro).

Nella domanda andranno inoltre dichiarati:
A. eventuali contributi pubblici percepiti (Reddito di Cittadinanza o contributi pubblici vari)
B. il reddito del nucleo famigliare
C. le disponibilità liquide attuali
Tali elementi costituiranno fondamento nella valutazione delle domande e nella conseguente formazione delle graduatorie.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 3 APRILE

Buongiorno,
volevamo rendere pubblica una bella notizia!
Ieri gli operatori della Casa Residenza per anziani F. Barocci, dopo la raccolta di una colletta tra colleghi/e, hanno devoluto la somma di 500 euro a favore del reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Bufalini di Cesena.
A loro rivolgiamo un grazie in primis per questo importante gesto sociale ma soprattutto ci preme ringraziare tutti gli operatori per il quotidiano e difficile servizio che sono chiamati a svolgere in questa emergenza sanitaria a protezione degli ospiti della Casa di Riposo.
Grazie

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 29 MARZO

buona domenica,
vi aggiorno circa il numero di positività nel nostro comune che ad oggi sono 6 di cui 5 persone sono in isolamento domiciliare (una persona in più dall'ultimo aggiornamento). A tutti va la nostra vicinanza ed il nostro sostegno.
Vi informo che l’ASP (Azienda pubblica che gestisce servizi socio assistenziali/case protette) ha emesso un bando legato all’assunzione straordinaria di operatori sanitari, anche non qualificati, e potete consultare i bandi nel sito:
http://www.aspcesenavallesavio.eu
Aggiungo che la Provincia di Bergamo ha lanciato un’iniziativa che si sta estendendo in tutta Italia e che consiste nel mettere le bandiere a mezz’asta nella giornata di martedì 31 marzo e ad osservare un minuto di silenzio alle ore 12:00. Vi invito tutti ad osservarlo, in memoria delle vittime dell’epidemia e quale sprone per tutte le persone impegnate ora per combatterla. Io osserverò il minuto i silenzio fuori dal municipio, indossando la fascia tricolore, a rappresentare idealmente tutta la cittadinanza
Colgo l'occasione per informarVi che i trasporti pubblici eseguono i servizi di linea secondo programma ed orari dei giorni festivi.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 27 MARZO

Buonasera,
vi aggiorno poiché il numero di positività nel nostro Comune è salita oggi a cinque persone, a cui manifestiamo la nostra vicinanza. Quattro di queste sono poste in isolamento domiciliare mentre una è ricoverata non in terapia intensiva.
Per chi ha la fortuna di poter scegliere, ho 3 consigli da dare: stare a casa, stare a casa e stare a casa.

Concludo riprendendo le parole del Papa di poco fa «Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda. Su questa barca ci siamo tutti. Anche noi ci siamo accorti che non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme»
La solitudine dell’uomo dinanzi al mistero dei nostri giorni. Penso che queste parole rappresentino tutti, credenti e non.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 26 MARZO

Buon pomeriggio,
Ad oggi, nel Comune di Sarsina, sono 4 i casi di positività riscontrata. Due in più rispetto all’ultimo aggiornamento, i quali sono stati posti in isolamento domiciliare.
Anche a loro va la nostra vicinanza ed il migliore augurio di pronta guarigione.
Colgo l’occasione per comunicarvi che la caserma dei carabinieri, da oggi, è aperta dalle ore 8 alle ore 11 per il ricevimento dal lunedì alla domenica. Le misure di sicurezza ed i controlli sono stati ulteriormente rafforzati e siamo tutti chiamati al massimo rispetto delle norme vigenti.
La strada da percorrere assieme è ancora lunga. Vi invito tutti alla lucidità ed alla responsabilità anche nell’utilizzo della comunicazione, soprattutto non diffondete notizie di cui non siete certi.
Solo se starete a casa tutto andrà bene.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 24 MARZO - VICINO A CHI SOFFRE

In questo difficile momento, dato dall'emergenza Coronavirus, il Comune di Sarsina ha attivato due servizi rivolti a persone in difficoltà:
- Chiamate di supporto ad anziani soli, persone psicologicamente fragili e/o con difficoltà di vario genere. 
Il servizio è gestito dai servizi sociali comunali. Qualora siate a conoscenza di situazioni di disagio, privatamente, potete segnalarcele ai nostri canali (facebook e mail).
-Convenzione con il Banco Alimentare Emilia Romagna per far fronte all'emergenza di sostentamento alimentare che sta colpendo sempre più famiglie del nostro territorio. 

Il servizio verrà erogato grazie alla Caritas di Sarsina e alla Misericordia di Sarsina.
E' un periodo difficile, non solo da un punto di vista sanitario, ma con determinazione e spirito di sacrificio ne usciremo.
Buona serata
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 24 MARZO - PER I VICINI DI ROMAGNANO E SAPIGNO 

Buonasera,
Sono stati tanti gli amici del vicino comune di Sant'Agata residenti nelle frazioni di Romagnano e Sapigno, a chiedere come poter fare per la spesa e se potevano venire a Sarsina. Questo perché l'ultimo decreto modifica le fattispecie per lo spostamento tra comuni.
Da poco però abbiamo ricevuto la circolare interpretativa del ministero dell'interno (riporto stralcio in calce) che pere essere particolarmente chiara:
"rimangono consentiti i movimenti effettuati per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, che rivestano carattere di quotidianità o comunque siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere"
Pertanto potrete venire a Sarsina a fare la spesa.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 23 MARZO

Buon pomeriggio,
ci è stato da poco comunicato, da parte dell’Ausl, il secondo caso di un concittadino positivo al virus. La persona è stata posta in isolamento domiciliare.
Anche a questa persona ed alla sua famiglia vanno i migliori auguri di pronta guarigione e la vicinanza dell’amministrazione comunale.
Come sempre, l’Ausl secondo i propri protocolli sta provvedendo ad effettuare la relativa indagine epidemiologica per stabilire i contatti.
Vi invitiamo, una volta di più, a stare a casa e a non vanificare i sacrifici che la comunità sta facendo ed il lavoro che tante persone stanno compiendo per preservare la salute collettiva, a costo della loro stessa vita.
Servitevi della consegna domiciliare di spesa e farmaci fatta dalla Misericordia!
Vi informiamo inoltre che ci giungono buone notizie circa il primo concittadino positivo che, seppur ricoverato, pare stia migliorando sensibilmente le proprie condizioni.
Non abbassate la guardia e siate responsabili. Vi teniamo aggiornati e vi ringraziamo per la vostra preziosa collaborazione.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 22 MARZO

Buonasera,
Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha da poco firmato un nuovo decreto recante ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale.
Nello specifico dal 23 marzo al 3 aprile:
- DIVIETO di spostarsi in un Comune diverso rispetto a quello in cui attualmente ci si trova, ad eccezione di coloro che si muovono per lavoro, salute, comprovate urgenze.
- SOSPESE tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1 (vedi foto). Le attività produttive che sarebbero sospese possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile;
- le imprese le cui attività sono sospese completano le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza;
- le attività professionali non sono sospese;
- per le attività commerciali resta fermo quanto già disposto in precedenza;
- sempre consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari.
Per gli imprenditori consiglio di informarsi con la Camera di Commercio, con la propria associazione di categoria o con il professionista di riferimento.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 21 MARZO

Buonasera,
Nel pomeriggio la Regione E-R ha emesso una nuova ordinanza valida, da domani e fino al 4 aprile, su tutto il territorio regionale che prevede:
- Chiusura domenicale e festiva di tutte le attività al dettaglio (alimentari, i fornai ed i tabaccai). Rimangono aperte le farmacie e le parafarmacie.
- Chiusura al pubblico dei cimiteri comunali, garantendo, comunque, l’erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione, cremazione delle salme.
Buona serata a tutti
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 21 MARZO

Buongiorno,
proviamo a fare chiarezza circa i provvedimenti degli ultimi giorni: mercoledì la Regione E-R ha emesso un’ordinanza che ha chiuso parchi e giardini per evitare sovraffollamenti e nei giorni scorsi abbiamo provveduto ad apporre la segnaletica e limitare l’accesso ai parchi comunali. Inoltre sono vietati anche gli spostamenti in bicicletta od a piedi per ragioni diverse da quelle consentite (lavoro, necessità e salute); passeggiate o attività motorie all’esterno sono anch'essi vietati se non in prossimità della propria residenza.
Ieri sera il Ministro Speranza ha emesso un nuovo decreto che sostanzialmente estende quanto già previsto qui in Emilia Romagna al resto della nazione, aggiungendo due elementi:
- divieto di apertura dei bar in prossimità dei distributori di carburante nelle stazioni ferroviarie e su tutta la rete stradale, ad eccezione di quelli collocati in autostrada;
- divieto di muoversi da e per le seconde case (comprese le case vacanza). Gli unici spostamenti consentiti sono quelli verso l’abitazione principale;

Per i residenti nella Provincia di Rimini

Ieri sera, oltre al decreto ministeriale, la Regione E-R ha emesso un ulteriore ordinanza relativa alla Provincia di Rimini e quindi valida anche per gli amici di Romagnano e dintorni.
È disposta, nella provincia di Rimini, la sospensione delle attività produttive di beni e servizi da parte di persone fisiche e aziende sul territorio della Provincia di Rimini ad esclusione delle seguenti:
- rimangono consentite le attività alimentari ed altre attività con particolari esigenze di produzione finale, salvo il rispetto di precise regole;
- rimangono consentiti i servizi urgenti per le abitazioni (idraulici,elettricisti, ecc.)
- rimangono consentite le attività indispensabili per la mobilità mediante uso degli automezzi di automazione (meccanici, elettrauti, gommisti ecc.),
- rimangono consentite le attività strumentali all’erogazione dei servizi pubblici e all’attività delle pubbliche amministrazioni,
- possono rimanere aperte le seguenti attività commerciali: negozi di generi alimentari, farmacie e parafarmacie, fornai, rivenditori di mangimi per animali, edicole, distributori di carburante per autotrazione ad uso pubblico, commercio al dettaglio di materiale per ottica, produzione agricola e allevamento, servizi di rifornimento dei distributori automatici di sigarette, servizi di rifornimento delle banconote agli sportelli dei Bancomat e Postamat, attività di trasporto connesse al rifornimento di beni essenziali;
-  È ammessa l’attività agricola svolta con personale residente o comunque presente nel territorio provinciale,
-  Sono sospesi tutti i cantieri di lavoro ad eccezione di quelli urgenti connessi alla messa in sicurezza del territorio e a quelli relativi ad opere pubbliche di somma urgenza e di ripristino dei luoghi pubblici.
buona giornata

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 20 MARZO

Buongiorno,
Da ieri, a seguito a seguito dell’ultima ordinanza emanata dalla Regione E-R, parchi e giardini sono chiusi per evitare sovraffollamenti. Stiamo terminando questa mattina le affissioni dei divieti negli accessi dei parchi comunali.
Inoltre, come avrete già saputo, sono vietati anche gli spostamenti in bicicletta od a piedi per ragioni diverse da quelle consentite (lavoro, necessità e salute); passeggiate o attività all’esterno sono anch'essi vietati se non in prossimità della propria residenza.
Ci raccomandiamo con tutti voi, state a casa il più possibile ed uscite solo se non potete farne a meno.
Ribadiamo che ad oggi, visto le voci circolate nelle ultime ore, abbiamo un unico concittadino positivo al virus.
#stateacasa

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 18 MARZO

Video concernente la situazione dei contagi

Il video è disponibile al seguente link: https://www.facebook.com/comunedisarsina/videos/655449175283170

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 16 MARZO

Dona il cibo a chi ne ha bisogno
L’emergenza coronavirus sta mettendo a dura prova anche l’attività di volontariato svolta dalla Caritas di Sarsina.

Pertanto chiediamo, nel limite del possibile, di aderire a questa importante iniziativa comunale che ha il difficile compito di sanare questa grave situazione correlata all’emergenza coronavirus!
Grazie in anticipo a tutti i cittadini che aderiranno!

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 14 MARZO

Sospensione importo rette scolastiche (mensa e trasporto)

L'Amministrazione Comunale, considerate le diverse misure adottate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per contenere il contagio da "coronavirus" che hanno prorogato la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado fino al 3 Aprile 2020, ha deciso di RIDURRE PROPORZIONALMENTE L’IMPORTO delle RETTE di MENSA e TRASPORTO SCOLASTICO come segue:
-  Mensa scolastica:

MESE DI MARZO 2020: nessun pagamento dovuto per gli alunni della scuola dell'infanzia e primaria di Sarsina e Ranchio

- Trasporto scolastico:

MESE DI MARZO 2020: nessun pagamento dovuto per gli alunni della scuola dell'infanzia - primaria e secondaria di I^ grado di Sarsina e Ranchio

Nessun pagamento inoltre è dovuto per la retta di mensa scolastica del mese di febbraio 2020 per il 3°figlio (già esente dal pagamento della retta di trasporto scolastico).
Qualora venisse ulteriormente posticipato il rientro a scuola degli alunni i bollettini di pagamento di mensa e trasporto relativi al periodo gennaio-marzo 2020 verranno inviati mezzo posta direttamente alle famiglie entro il 10 Aprile 2020.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 14 MARZO

Buongiorno,
i momenti che stiamo vivendo richiedono la massima serietà ed un grande senso di responsabilità.
Per ora abbiamo un solo concittadino positivo, mentre un'ulteriore situazione ci coinvolge indirettamente per via di una persona che ha avuto, per lavoro, contatti nel nostro territorio.
L’ausl anche in questo caso, sta ricostruendo la rete attraverso un’indagine epidemiologica e ci tiene aggiornati.
Per chi dovesse avere delle domande riguardo al proprio stato di salute invitiamo a rivolgersi in prima istanza al proprio medico di medicina generale o a chiamare i numeri: 1500 (numero verde ministero) o 800 033 033 (numero verde regione E-R)
La salute individuale determina la salute della collettività e, per questo ribadiamo, una volta di più, la necessità di restare a casa e di prendere informazioni attraverso i canali ufficiali.
Vi chiediamo di non dare adito a voci ed informazioni non verificate che rischiano di generare allarme e ci appelliamo al senso civico che la comunità ha sempre dimostrato.
E' il momento dell'unità e della solidarietà.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 11 MARZO

Siamo da poco stati contattati dall’Ausl la quale ci ha informato che nel nostro Comune c'è un caso di positività al coronavirus.
Si sta ricostruendo la storia dei suoi spostamenti lavorativi. Attualmente è ricoverato presso il reparto malattie infettive di Forlì.
Fiduciosi come sempre nell'operato delle nostre strutture sanitarie, siamo vicini a lui e alla sua famiglia.
Vorremmo comunque rassicurare la popolazione: le autorità sanitarie chiameranno eventuali persone venute in contatto con il paziente.
Aggiorneremo costantemente la cittadinanza e ribadiamo l'importanza di rispettare le norme, in primis quella di uscire solo per stretta necessità.
In questo momento così incerto per gli anziani, i malati, le famiglie, gli operatori commerciali, le aziende e i lavoratori, invitiamo tutti ad essere attenti e responsabili.
La salute individuale determina la salute della collettività.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 11 MARZO

Coronavirus: rimani a casa, la spesa ed i medicinali te li portiamo noi

Considerato l’ultimo decreto che limita i movimenti e visto anche il consiglio rivolto agli over65 a non spostarsi da casa sono stati attivati alcuni servizi a domicilio dedicati alle persone più anziane e più a rischio.
L’obiettivo è quello di limitare i contatti e di evitare file nei negozi piuttosto che dai medici o in farmacia.
Nella locandina qui sotto trovate tutte le indicazioni e i numeri utili da contattare per ricevere la spesa e i farmaci direttamente al proprio domicilio.
Ringraziamo la Misericordia di Sarsina, i medici di medicina generale di Sarsina, la farmacia Pianori e i commercianti che hanno permesso la realizzazione di questo importante servizio.
Se qualcun altro commerciante intendesse aderire ce lo comunichi.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 10 MARZO

Buongiorno,
sono momenti concitati, il Presidente del Consiglio, come avrete ormai già saputo, ha firmato nella notte un nuovo decreto "Io Resto a Casa" che supera la suddivisione in 2 dell'Italia operata dal decreto precedente. Non esistono più né aree rosse né arancioni. Ora si applicano le stesse disposizioni a livello nazionale.
In primis siamo sottoposti anche noi alle restrizioni negli spostamenti:
- è necessario limitare al minimo gli spostamenti,
- sono consentiti gli spostamenti per esigenze lavorative,
- non sono previste limitazioni per il traffico merci in modo da non compromettere la produttività aziendale,
- sono consentiti gli spostamenti per motivi di salute (cure ospedaliere, ambulatoriali, approvvigionamento farmaci…),
- sono consentiti spostamenti in casi di effettiva necessità (es. per gli abitanti di centri ove non vi sono negozi, la necessità di recarsi nel centro più vicino per l’approvvigionamento di beni essenziali),
ciascuno potrà attestare le proprie condizioni con un’autocertificazione (già disponibile sul sito del comune) che comunque sarà nelle disponibilità delle forze dell’ordine deputate al controllo. Ricordo che il mancato rispetto delle norme o la dichiarazione falsa potrà essere punita ex art 650 del codice penale.
I bar e le attività di ristorazione, come anticipato dall’ordinanza regionale, potranno rimanere aperti solo dalle 6 alle 18. Durante l'apertura resta l'obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro.
Negli esercizi commerciali diversi da ristorazione e bar, all’aperto e al chiuso, è necessario un accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori.
Vista l’incertezza legata ad un nuovo provvedimento il cui contenuto si è potuto solo conoscere a notte fonda, abbiamo deciso in via precauzionale di sospendere il mercato settimanale.
Colgo l’occasione per chiedere ai cittadini di recarsi fisicamente in comune solo ed esclusivamente per pratiche che richiedano in modo inderogabile la presenza fisica dell’utente altrimenti vi invito a comunicare con gli Uffici tramite e-mail o telefono (054794901) e a non recarvi in municipio per questioni differibili.
Restano valide tutte le altre disposizioni di sospensione e chiusura pregresse (centri sportivi, palestre, musei...).
La salute degli altri dipende dalla nostra, cerchiamo di rispettare le regole per il benessere di tutti.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 9 MARZO

Buonasera,
comunico che il Presidente Bonaccini ha da poco firmato una nuova ordinanza che estende alla nostra provincia alcune misure già previste per le zone cosiddette "arancioni":
- apertura, da domani, di attività di ristorazione e bar dalle ore 6:00 alle ore 18.00. Durante l'apertura resta l'obbligo a carico del gestore di predisporre le condizioni per garantire il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro e tutte le disposizioni in vigore sino ad oggi.;
- è inoltre prevista la sospensione di eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina in luoghi pubblici o privati. Allenamenti consentiti solo per professionisti.
Da Mercoledì 11 Marzo inoltre:
- per TAXISTI E AUTISTI di mezzi a noleggio con conducente è obbligatorio indossare la mascherina e guanti. Si raccomanda la sanificazione del veicolo con regolarità.
Vi continuo a tenere aggiornati su nuovi eventuali sviluppi.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DELL'8 MARZO

Buonanotte,
si è appena conclusa la conferenza stampa del Presidente Conte dove è stato illustrato il nuovo decreto che ad ore sarà pubblicato in gazzetta.
Le finalità sono quelle di contenere la diffusione del virus e di ridurre il sovraccarico delle strutture ospedaliere.
La vera novità è che il nuovo provvedimento, elimina le ex zone rosse (Codogno, Vò...), e separa in due aree l'intera nazione.
Da un lato vi sono aree sottoposte a misure più restrittive: Regione Lombardia e le province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini; Pesaro e Urbino; Venezia, Padova, Treviso; Asti, Alessandria, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli.
Dall'altro il resto d'Italia.
La nostra provincia non rientra tra quelle individuate dal decreto, pertanto rimangono valide le precedenti disposizioni.
Gli spostamenti da e verso queste aree saranno consentiti solo per comprovate ragioni lavorative, per necessità e per questioni di salute.
Sarà comunque consentito, a coloro che si trovassero ora fuori provincia di rientrare al proprio domicilio.
Vista il vicinanza col Comune di Sant'Agata Feltria (RN) sarà nostra premura interrogare la Prefettura sulle modalità di presidio che intenderanno fare dei confini provinciali.
vi informeremo prontamente.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DELL'8 MARZO

Buonasera,
Come anticipato la nostra Provincia non rientra nelle zone a limitazioni rafforzate (arancioni) ma confina con la Provincia di Rimini che invece vi rientra e che è oggetto di una mobilità limitata da e verso quel territorio.
Sono stati tanti gli interrogativi posti da cittadini che lavorano nel riminese ed in particolare nel comune di Sant’Agata Feltria e viceversa tanti cittadini del comune di Sant’Agata (soprattutto chi vive nella frazione di Romagnano) hanno chiesto come comportarsi per venire a Sarsina.
A tal proposito, dopo essermi confrontato con la Prefettura e col Sindaco di Sant’Agata Cerbara, è emerso quanto segue:
- è imperativo limitare al minimo gli spostamenti,
- sono consentiti gli spostamenti per esigenze lavorative,
- non sono previste limitazioni per il traffico merci in modo da non compromettere la produttività aziendale,
- sono consentiti gli spostamenti per motivi di salute (cure ospedaliere, ambulatoriali, approvvigionamento farmaci…),
- sono consentiti spostamenti in casi di effettiva necessità (es. per gli abitanti di centri ove non vi sono negozi, la necessità di recarsi nel centro più vicino per l’approvvigionamento di beni essenziali),
Si sottolinea la serietà di tali provvedimenti il cui mancato rispetto può essere punito ex art 650 del codice penale
In serata è giunta notizia di un ulteriore provvedimento del Presidente della Regione Bonaccini che implementa le misure governative e sinteticamente prevede la chiusura di: palestre, piscine, centri sportivo ricreativi, e centri diurni socio assistenziali.
Si rammenta quanto segue:
- sono sospesi fino al 15 marzo i servizi educativi per l'infanzia, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché le Università;
- lo svolgimento delle attività di ristorazione e bar è consentito ma con l’obbligo, a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione;
- negli esercizi commerciali diversi da ristorazione e bar, all’aperto e al chiuso, è necessario un accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra i visitatori;
- sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi. Queste attività, alle quali si aggiungono i centri diurni, vengono sospese nell’intero territorio regionale, sulla base dell’ordinanza del presidente Bonaccini;
- sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità. Inoltre, è spostata a una data successiva al 3 aprile ogni altra attività convegnistica o congressuale;
- sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;
- è sospesa l'apertura di musei, biblioteche e archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali;
- sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione;
- sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta comunque consentito lo svolgimento di tali eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all'interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, o all'aperto senza la presenza di pubblico. In ogni caso, le associazioni e le società sportive, attraverso il proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID- 19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolti all'aperto ovvero all'interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
- l'apertura dei luoghi di culto è condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.
Attenetevi strettamente alle disposizioni, ce la faremo solo assieme.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 6 MARZO

Buonasera,
al fine di tranquillizzare la cittadinanza ed evitare l’ulteriore diffondersi di notizie infondate siamo a ribadire che, per ora, non abbiamo alcun caso di coronavirus sul territorio comunale.
Le voci che si sono rincorse da ieri sono dovute ad una mera situazione di isolamento volontario, preventivo e precauzionale presso il domicilio per alcuni cittadini, in perfetta salute, che non presentano alcuna sintomatologia.
l'Ausl ha la situazione sotto controllo.
Invitiamo tutti a non creare allarmismi, al buon senso e ad attenersi scrupolosamente alle disposizioni di legge.
nel caso di sviluppi verrete informati.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 5 MARZO

Buongiorno,
sperando di fare cosa gradita siamo a dare un nuovo aggiornamento circa l'emergenza coronavirus.
Il Primo Ministro ha firmato ieri sera un nuovo decreto circa le misure da adottarsi su tutto il territorio nazionale fino al 15 marzo. Sostanzialmente le misure adottate da lunedì per la nostra regione sono state trasposte, con alcune modifiche, su tutto il territorio nazionale.
in particolare le novità sono le seguenti:
- SOSPENSIONE FINO AL 15 MARZO dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e università per anziani. E' consentita la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza;
- SOSPENSIONE FINO AL 3 APRILE dei viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;
- SOSPENSIONE FINO AL 3 APRILE di congressi, meeting, riunioni ed eventi sociali;
Restano confermate fino all'8 marzo - ai sensi del DPCM del 4 marzo 2020 - le ulteriori misure precedentemente divulgate.
Ringraziamo sentitamente per la collaborazione, vi teniamo aggiornati.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 1 MARZO

Buonasera,
si informa che è stato licenziato da poco il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri relativo alle misure di contenimento da adottare la settimana prossima fino all'8 marzo.
In tale decreto si sono adottate disposizioni omogenee per Emilia Romagna, Veneto e Lombardia che grossomodo ricalcano quanto disposto per la settimana passata.
In particolare:
-Sospensione dell'attività scolastica. Sospensione significa che non ci saranno le lezioni ma il personale ATA ed amministrativo, in base alle disposizioni del Preside, potranno essere in servizio;
-Sospensione degli eventi e delle competizioni sportive. Rimangono consentiti gli eventi, le competizioni, e gli allenamenti, se svolti a porte chiuse;
-Sospensione, sia in luogo pubblico che privato, di tutte le manifestazioni di qualsiasi carattere, culturale, ludico, sportivo, religioso, compresi cinema, teatri, discoteche e cerimonie religiose;
-Nei luoghi di culto devono essere adottate misure per evitare assembramenti di persone e tali da garantire che sia rispettata la distanza di 1 metro tra gli avventori. Le stesse misure riguardano i musei e degli altri luoghi della cultura (salvo per eventi, per i quali valgono le misure di cui sopra);
- Le attività di ristorazione, bar, pub possono rimanere aperte e devono svolgere il servizio solo per i posti a sedere e con modalità organizzative tali da garantire che sia rispettata la distanza di 1 metro tra gli avventori;
- Le attività commerciali differenti da quelle predette possono rimanere aperte e devono adottare misure tali da consentire l’accesso con modalità contingentate e comunque idonee ad evitare assembramenti e tali da garantire che possa essere rispettata la distanza di 1 metro tra gli avventori;
- le strutture socio assistenziali potranno essere visitate rispettando protocolli molto rigidi;
Si invita tutta la cittadinanza alla tranquillità, sono misure precauzionali.
Spesso la paura è più pericolosa del Virus.

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 29 FEBBRAIO

Buon pomeriggio,
informiamo che nella riunione in corso tra le Regioni ed il Presidente del Consiglio è stata CONFERMATA LA CHIUSURA dei nidi, dell’attività scolastica e delle Università anche per la prossima settimana nelle tre Regioni più colpite: Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna.
Restano fermi anche i divieti per tutte le attività che determinano significativi assembramenti di persone, anche se in queste ore si sta valutando la possibilità per le attività culturali e di spettacolo di un accesso limitato e disciplinato, tale da salvaguardare le condizioni di sicurezza sanitaria delle persone.
Bisogna attendere però il provvedimento ufficiale per comprendere il perimetro tra ciò che sarà consentito e ciò che non lo sarà ma premeva dare questa prima informazione per consentire alle famiglie di organizzarsi.
Tale nuovo provvedimento verrà stabilito nella riunione di coordinamento di questa sera.
Rinnoviamo l’invito alla tranquillità, LA PAURA SPESSO È PIÙ PERICOLOSA DEL VIRUS.
Vi teniamo aggiornati

Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 28 FEBBRAIO

Buonasera,
Informiamo che si è appena conclusa la riunione in Regione, in merito all’emergenza coronavirus. Si è stabilito di rinviare la decisione a domani pomeriggio circa le misure da attuare per la prossima settimana.
Tale slittamento si è reso necessario a seguito di un approfondimento richiesto dal Ministero della Salute.
Sottolineiamo di non dar credito a fake news, che dicono altro e che stanno circolando in questi minuti su whatsapp.
Non appena verrà presa la decisione ufficiale sarà nostra cura divulgarla qui ed attraverso i canali ufficiali.
Invitiamo alla calma ed alla lucidità.
Il Sindaco Enrico Cangini

-------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 25 FEBBRAIO

Cari concittadini,
al fine di aggiornarvi circa l'evolvere dell'emergenza legata al CORONAVIRUS vi informiamo che si è concluso da poco il coordinamento presso la Prefettura a cui hanno partecipato i Sindaci della Provincia.
Prima di tutto preme sottolineare che fino ad ora non si è verificato alcun caso di contagio nella nostra Provincia.
In tale sede si è data lettura di una nuova nota interpretativa, fatta dalla Regione E-R, volta a chiarire i dubbi lasciati dalla formulazione dell'ordinanza firmata dal Ministro Speranza e dal Presidente Bonaccini che ricordiamo è vigente fino al 1 marzo p.v.
In particolare si ribadisce e precisa quanto segue:
1 - tutte le attività economiche (agricole, commerciali, di servizi, industriali...) possono rimanere aperte. Le attività corsistiche aziendali, laddove non comportino significative concentrazioni di persone sono consentite;
2 - il Comune ed i vari sportelli al cittadino mantengono la loro apertura ordinaria così come gli amministratori rimangono a disposizione per il ricevimento;
3 - il mercato settimanale si può regolarmente svolgere mentre non si possono svolgere fiere e mercati straordinari;
4 - i servizi socio-assistenziali (centro diurno anziani, CRA, RSA) rimangono attivi. E' prevista però una limitazione alle visite dei parenti presso la Casa di Riposo e nelle degenze ospedaliere;
5 - relativamente allo sport, le associazioni sportive non hanno obbligo di chiusura, bensì hanno l'obbligo di sospendere manifestazioni sportive, gare, partite ed eventuali occasioni di assembramento di persone. Sono quindi esclusi dal divieto gli allenamenti e le attività amatoriali ordinarie. Nel nostro caso però gran parte delle associazioni, di concerto con l'amministrazione, hanno preferito sospendere le attività completamente;
6 - tutte le scuole (asili nido, infanzia, elementari, medie e superiori) sono chiuse ed anche le Università hanno sospeso le attività didattiche;
7 - sono sospese tutte le attività di natura culturale e ludica di aggregazione, ove possono crearsi occasioni di assembramento: chiusi cinema, teatri, sospese manifestazioni ed eventi. E' stata disposta altresì la chiusura dei musei;
Informiamo inoltre che mons. Pier Giulio Diaco (vicario generale del nostro Vescovo) ha emesso una serie di disposizioni legate alle manifestazioni del culto religioso dove vengono sospese le celebrazioni festive, si evita lo scambio della pace mentre viene garantito il culto attraverso la preghiera personale.
Ribadiamo di fare riferimento al vademecum di 10 regole stilate dall'Istituto Superiore della Sanità (http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus).
In riferimento alle richieste pervenute in questi giorni da parte di alcuni cittadini ed esercenti di indossare mascherine, si precisa che l’Istituto Superiore di Sanità chiarisce che non servono se non in caso di sintomi di influenza.
Oltre a ciò, ribadiamo la raccomandazione di contattare i numeri 1500, 112 o 118 in caso di sintomi influenzali o dubbi sul proprio stato di salute connessi ai si tomi del Coronavirus, evitando di fare ingresso al Pronto Soccorso.
È stato inoltre attivato dalla Regione Emilia-Romagna il numero verde 800033033, al fine di evitare l’intasamento degli altri numeri, e che può essere contattato per tutte le informazioni necessarie.
Invitiamo tutti i cittadini a mantenere calma e lucidità e ad adottare un comportamento prudente evitando inutili allarmismi.
Il Sindaco Enrico Cangini

 

 

people Anagrafe e servizi demografici

Certificati, autentiche, identità, stato civile, cittadinanza, elettorale

local_grocery_store Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)

Contributi, attività economiche, commercio ambulante, edilizia produttiva, pubblicità, fornitori

school Servizi culturali, sport e turismo

Servizi Culturali, Sport e Turismo

home Edilizia e Urbanistica

Piano strutturale comunale, valutazione ambientale, zonizzazione acustica, Pratiche edilizie, sismica, vincolo idrogeologico, attività estrattive, numerazione civica

school Scuola

Nidi e scuole d'infanzia, trasporto scolastico, refezione scolastica (mense), centri estivi

favorite_border Servizi Sociali, Lavoro, Giovani

Servizi per anziani, giovani, associazioni di volontariato, farmacie

assignment Protocollo e Accesso

Accesso agli atti e documenti

add_location SIT, Statistica e Cartografia

Open Data: dati della PA e del territorio comunale in formato digitale e aperto

euro_symbol Tributi

IMU, TARI, TASI

directions_car Mobilità urbana

Circolazione, Contrassegni per disabili, Polizia municipale

computer Servizi online

Lepida: come registrarsi e gestione del profilo

luglio 2020
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 29
  • 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  • 1
  • 2

Vai a tutti gli eventi

Calendari :

  • Calendario pubblico